Bielorussia
Bielorussia > Forum Russia-Italia > Non classificati

L'inefficenza del consolato Russo a Roma

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Inverno Rosso
male
invernorosso@email.it
Invernorosso

Avete presente un pezzo di burocrazia sovietica alla deriva nel tempo e nello spazio??? Ecco il "tempo" sono i nostri giorni e lo "spazio" è il consolato russo a Roma.
Da non confondersi con l'Ambasciata Russa per lo piu' gestita da diplomatici che se non altro tengono alla reputazione che ha il loro Paese nel mondo, il consolato russo è popolato da impiegati che sembrano usciti da un racconto dei maestri della letteratura russa dell'ottocento. Per farvi un'idea (e anche 4 risate) vi invito a leggere "Il Cappotto" di Gogol'.
Convinti di essere ancora nell'Unione Sovietica gli impiegati di questo ufficio pensano che ci sia lo Stato a pensare a loro, non rendendosi conto che lo Stato sono loro e che la loro missione è aiutare i loro concittadini che vedono nel Consolato e nell'Ambasciata un appiglio, anche morale e psicologico, in un paese straniere di cui non conoscono tutti i meccanismi.
Avendo più di una conoscenza di cittadinanza russa, sono venuto a sapere che in questo consolato non si rendono conto della fortuna che hanno (se fossi russo farei a botte per venire a lavorare a Roma, piuttosto che in Burundi) ed invece si "grattano" dalla mattina alla sera e quando arriva qualcuno fanno la tipica faccia che manca poco esca loro il ballon stile fumetto che dice "E ora questo che vuole?? Che devo lavorare??".
Fosse solo questo il danno sarebbe limitato, ma non contenti di questo tale risma di scansafatiche piuttosto che aiutare il concittadino spaesato, danno false informazioni per coprire la loro inefficenza, dilungando i tempi delle pratiche oltre quelli consentiti per legge e ben esposti nel consolato stesso.
Vi sembra sufficente? Beh non è finita... ho notizie di persone uscite in lacrime dagli uffici... ora quali siano le motivazioni dei casi specifici non lo sò, ma veramente non mi stupisco dato che, al di la' della "tipica scortesia dell'impiegato russo", sempre le mie conoscenze (badate bene che nel 90% dei casi non si conoscono tra loro) mi dicono che non sono rari i casi in cui gli utenti vengono trattati "a pesci in faccia"!!
Non scendo nei vari casi specifici (ultimamente ne avevo postato uno), ma l'opinione comune è che ci sia una certa avversione verso le donne... operato dalle stesse donne che lavorano li'.
Il perché è facile da intuire come il pensiero comune che contraddistingue il muro di gomma consolare: "che ci fa' sta' zocc...a quà invece che fare la muffa nella madre patria?" oppure "Hai i soldi per vivere o studiare in Italia, hai una bella vita? Ora te la complico un po' io!"

non so' se anche voi avete avuto a che fare con questa situazione, oppure semplicemente avuto notizie in tal senso.

Francesco Serina
male
serina.francesco@gmail.com
Streetman61

Invernorosso:
Avete presente un pezzo di burocrazia sovietica alla deriva nel tempo e nello spazio??? Ecco il "tempo" sono i nostri giorni e lo "spazio" è il consolato russo a Roma. Da non confondersi con l'Ambasciata Russa per lo piu' gestita da diplomatici che se non altro tengono alla reputazione che fa il loro Paese nel mondo, il consolato russo è popolato da impiegati che sembrano usciti da un racconto dei maestri della letteratura russa dell'ottocento. Per farvi un'idea (e anche 4 risate) vi invito a leggere "Il Cappotto" di Gogol'. Convinti di essere ancora nell'Unione Sovietica gli impiegati di questo ufficio pensano che ci sia lo Stato a pensare a loro, non rendendosi conto che lo Stato sono loro e che la loro missione è aiutare i loro concittadini che vedono il Consolato e l'Ambasciata un appiglio, anche morale e psicologico, in un paese straniere di cui non conoscono tutti i meccanismi. Avendo più di una conoscenza di cittadinanza russa, sono venuto a sapere che in questo consolato non si rendono conto della fortuna che hanno (se fossi russo farei a botte per venire a lavorare a Roma, piuttosto che in Burundi) ed invece si "grattano" dalla mattina alla sera e quando arriva qualcuno fanno la tipica faccia che manca poco esca loro il ballon stile fumetto che dice "E ora questo che vuole?? Che devo lavorare??". Fosse solo questo il danno sarebbe limitato, ma non contenti di questo tale risma di scansafatiche piuttosto che aiutare il concittadino spaesato, danno false informazioni per coprire la loro inefficenza, dilungando i tempi delle pratiche oltre quelli consentiti per legge e ben esposti nel consolato stesso. Vi sembra sufficente? Beh non è finita... ho notizie di persone uscite in lacrime dagli uffici... ora quali siano le motivazioni dei casi specifici non lo sò, ma veramente non mi stupisco dato che, al di la' della "tipica scortesia dell'impiegato russo", sempre le mie conoscenze (badate bene che nel 90% dei casi non si conoscono tra loro) mi dicono che non sono rari i casi in cui gli utenti vengono trattati "a pesci in faccia"!! Non scendo nei vari casi specifici (ultimamente ne avevo postato uno), ma l'opinione comune è che ci sia una certa avversione verso le donne... operato dalle stesse donne che lavorano li'. Il perché è facile da intuire come il pensiero comune che contraddistingue il muro di gomma consolare: "che ci fa' sta' zocc...a quà invece che fare la muffa nella madre patria?" oppure "Hai i soldi per vivere o studiare in Italia, hai una bella vita? Ora te la complico un po' io!" non so' se anche voi avete avuto a che fare con questa situazione, oppure semplicemente avuto notizie in tal senso.

Ehh purtroppo questa sensazione ce l'ho ogni volta che entro in un ufficio anche stando qua a Mosca caro Inverno. Certo per quelli che sono lì a Roma è ancora peggio. Non capiscono quale fortuna hanno. Purtroppo il controllo e la supervisione sono affidati in modo caotico e spesso clientelare, quindi, meno lavoriamo meglio è.. questa la filosofia. Consolati però, ti assicuro che se entri all'ambasciata italiana a Mosca trovi gente alla pari di questi, i pesci in faccia non te li tirano solo perchè il pesce costa, ma sono(in buon numero) antipatici con un gatto idrofobo attaccato ai maroni (tanto perchè il quadro sia espressivo). Ciao ciao
Maurizio Di Muzio
male
muzio68@gmail.com
Mauriziogov

Streetman61:
Ehh purtroppo questa sensazione ce l'ho ogni volta che entro in un ufficio anche stando qua a Mosca caro Inverno. Certo per quelli che sono lì a Roma è ancora peggio. Non capiscono quale fortuna hanno. Purtroppo il controllo e la supervisione sono affidati in modo caotico e spesso clientelare, quindi, meno lavoriamo meglio è.. questa la filosofia. Consolati però, ti assicuro che se entri all'ambasciata italiana a Mosca trovi gente alla pari di questi, i pesci in faccia non te li tirano solo perchè il pesce costa, ma sono(in buon numero) antipatici con un gatto idrofobo attaccato ai maroni (tanto perchè il quadro sia espressivo). Ciao ciao

Ciao Streetman61, non condivido la tua opinione sull’ambasciata e consolato a Mosca! Che siano antipatici sono d’accordo con te ma, sul resto non se ne parla affatto! Sai quanti visti devono fare al giorno, sai quante telefonate ricevono, sai quante ragazze russe si presentano con il proprio compagno italiano e pretendono di passare avanti (l’italiano)? Oppure quanti italiani solo per essere italiani pretendono e sono cafoni? Se scrivo questo è perché ne sono sicuro senza entrare nei particolari!
Ciao ciao
Gennaro Nino Simonetti
male
snake76_sg@libero.it
Gennaro Nino

Ciao a tutti, sono d'accordo con Mauriziogov, ma anche con Invernorosso, io ho avuto a che fare molte volte con il Consolato Russo a Roma, ed oltre a quello che ha citato appunto Invernorosso, aggiungo che non trovo giusto l,apertura degli uffici al pubblico ( dalle 8:00 alle 11:30), dico io, ma stiamo scherzando? Io abito a Nola , provincia di Napoli, e per arrivare a Roma ci metto dalle 2 alle 3 ore, e sapete quante volte ho dovuto prendere una camera in hotel a Roma, solo perche' non sono riuscito ad entrare in tempo? e quante volte ho dovuto prendere il treno delle 04:33 di notte da Napoli, per trovarmi prima delle 8:00 fuori al Consolato ad aspettare gia una fila di persone?
Per ben 2 volte mi son visto chiudere il portone in faccia da quella faccia brutta coi capelli rossi, una sgorbutica che non sto a raccontarvi, pensate, erano le 11:30 , eravamo rimasti solo in 2 persone fuori, ci poteva far entrare? invece no !!! ci ha detto : Venite domani !!! io ho cercato di spiegarle che venivo da lontano, ma tanto a lei che gliene fregava? Una bastardaggine assoluta, solo 2 di noi eravamo rimasti, non si fa così, poteva essere un po piu umana.
Vabbè, vo detto la mia, poka a tuttismile_regular
Francesco Serina
male
serina.francesco@gmail.com
Streetman61

Mauriziogov:
Ciao Streetman61, non condivido la tua opinione sull’ambasciata e consolato a Mosca! Che siano antipatici sono d’accordo con te ma, sul resto non se ne parla affatto! Sai quanti visti devono fare al giorno, sai quante telefonate ricevono, sai quante ragazze russe si presentano con il proprio compagno italiano e pretendono di passare avanti (l’italiano)? Oppure quanti italiani solo per essere italiani pretendono e sono cafoni? Se scrivo questo è perché ne sono sicuro senza entrare nei particolari! Ciao ciao

non voglio discutere le tue esperienze che vedo, da come scrivi, saranno maggiori delle mie. A parte però il discorso ambasciata italiana a Mosca, io intendevo all'inizio di quanto scritto che lo stesso che tu hai riscontrato a Roma io lo trovo negli uffici (russi intendo) qui a Mosca ogni volta che ci vado. Poi va beh... io sono andato all'ambasciata una volta, senza arroganza e senza pretese, mi hanno trattato così male, che io che sono poi un tipo gentile, mi sono limitato a dire alla ragazza che forse dovrebbe ritornare in Italia se non le piace stare in Russia. Con i 6000 $ + alloggio che danno a chi lavora qui per il consolato ci si può comportare anche meglio. Poi Maurizio non discuto le mole del lavoro che hanno (non ero all'ufficio visti, come sai per gli italiani c'è un altro ufficio), e nemmeno il classico italiano cafone... mamma mia.. a volte mi sono vergognato per certi comportamenti buzzurri e arroganti. Quindi sono con te. Dico solo che a volte l'arroganze è gratuita anche da noi, tutto qui. Mi ha fatto piacere comunque ascoltare la tua opinione anche e soprattutto perchè diversa dalla mia . Ciao ciao

Link correlati CIAO,sono VIKI la rompicoglioni
russa
GAS russo
Russi a Roma ???
Ma le russe
Canali televisivi russi
russi vicinanze legnano
ricerca lavoro o consulenze
ma i russi!!!:-)
russe a roma
Salve! Mi presento: Michelangelo Buonarroti
consolatemi!
Gas Russo
russi a roma
Consolato Russo a Roma
mp3 russi
Russi a Roma
ma i russi?