📁
Bielorussia
Istituzioni

Ordinamento statale

Emblema della Repubblica di Bielorussia
Emblema della Repubblica di Bielorussia

La Costituzione (la legge organica) della Repubblica di Belarus del 1994, con le correzioni ed i supplementi approvati con il referendum nazionale del 24 novembre 1996 e del 17 ottobre 2004, ha dato l’inizio ad una nuova fase nello sviluppo della nostra società e dello Stato.

Attualmente, la Repubblica di Belarus è parte della Comunità mondiale. Riconosce la Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo, lo Statuto dell’ONU, i Patti internazionali sui diritti civili, politici e economici, sociali e culturali, partecipa agli accordi nell’ambito della OCSE ed a molte convenzioni internazionali. I princìpi che definiscono lo status di un individuo previsti nei documenti più importanti di diritto internazionale sono stati riflessi nella costituzione della Belarus.

Garantire i diritti e le libertà dei cittadini della Repubblica di Belarus è l'obiettivo principale della Costituzione. Lo Stato garantisce numerosi diritti e libertà ai cittadini della Bielorussia, consolidati nella Costituzione, nelle leggi e previsti dagli impegni internazionali dello Stato (individuali, legali e socioeconomici).

In corrispondenza con l’articolo 1 della Costituzione, la Repubblica di Belarus è uno stato unitario democratico sociale basato sul diritto. La Repubblica di Belarus riconosce la proprietà dei principi universalmente riconosciuti dal diritto internazionale e ne garantisce la relativa corrispodenza alla Legislazione (articolo 8 della Costituzione della Repubblica di Belarus). I cittadini stranieri ed apolidi sul territorio bielorusso hanno gli stessi diritti, liberta e doveri dei cittadini della Repubblica di Belarus, se altro non e determinato dalla Costituzione, dalle leggi e dagli atti internazionali (articolo 11 della Costituzione).

I simboli della Repubblica di Belarus come uno stato sovrano sono la bandiera dello Stato , lo stemma dello Stato e l’inno dello Stato. La capitale è Minsk.

L'attuale bandiera Bielorussa è stata adottata il 7 giugno 1995 in sostituzione ad un disegno precedente che era stato utilizzato fin dall'indipendenza dall'Unione Sovietica. La bandiera è composta da due bande orizzontali: quella superiore, rossa, ha larghezza doppia rispetto a quella inferiore, verde. Sul lato dell'asta è presente una banda verticale bianca recante in rosso una decorazione tradizionale bielorussa. La nuova bandiera è simile a quella usata dalla Bielorussia quando era parte dell'Unione Sovietica, con l'omissione di falce e martello. Il rosso della bandiera sta ad indicare il sangue versato dai difensori della Bielorussia, mentre il verde simboleggia le foreste della nazione.

Le lingue ufficiali sono il bielorusso ed il russo.

Il Presidente. La Bielorussia è una repubblica presidenziale. Il Presidente è il capo dello Stato e viene eletto dal popolo per 5 anni. Il presidente della Repubblica di Belarus è il garante della Costituzione, dei diritti e della liberta  dell uomo e del cittadino.

La legge organica della Repubblica di Belarus prevede i requisiti per un candidato alla presidenza: lui/lei deve essere un cittadino della Repubblica di Belarus dalla nascita, superiore a 35 anni di età, avere diritto di voto e risiedere ininterrottamente in Bielorussia per 10 anni prima delle elezioni. Il candidato alla nomina presidenziale deve presentare una dichiarazione dei redditi. In conformità alla Costituzione (Articolo 84) ed alla legge sulla presidenza, il Presidente della Repubblica di Belarus ha diritti estremamente vasti come segue:

• fissare i referendum nazionali;
• fissare le elezioni normali e straordinari alla Camera dei Deputati, al Consiglio della Repubblica e agli enti rappresentativi locali;
• sciogliere il Parlamento dopo la procedura prevista dalla costituzione;
• nominare sei membri della Commissione Centrale della Repubblica di Belarus sulle elezioni e sui referendum nazionali;
• formare, liquidare e riorganizzare l’Amministrazione del Presidente, degli altri enti di gestione dello Stato, così come gli enti consultivi ed altri sotto l’autorità del Presidente;
• nominare il Primo Ministro della Repubblica di Belarus con il consenso della Camera dei Deputati;
• determinare la struttura del Governo della Repubblica di Belarus, nominare ed esonerare i vice Primi Ministri, i ministri ed altri membri del Governo, prendere decisioni sulle dimissioni del Governo o dei suoi membri;
• nominare, con il consenso del Consiglio della Repubblica, il Presidente della Corte Costituzionale e della Corte Suprema da uno dei giudici di queste corti;
• nominare, con il consenso del Consiglio della Repubblica, i giudici della Corte Suprema, della Corte Economica Suprema, il presidente della Commissione centrale sulle elezioni e sui referendum nazionali, il Procuratore generale, il Presidente ed i membri del Consiglio d'Amministrazione della Banca nazionale;
• nominare sei giudici della Corte Costituzionale ed altri giudici della Repubblica di Belarus;
• esonerare dall’incarico i dirigenti di enti giudiziari ed altri;
• rivolgersi alla nazione della Repubblica di Belarus sulla situazione nello Stato e sulle direzioni principali della politica interna ed estera;
• rivolgersi annualmente al Parlamento;
• presiedere le riunioni del governo della Repubblica di Belarus;
• nominare i dirigenti degli enti nazionali dell’amministrazione statale e determinare il loro status;
• nominare i rappresentanti ufficiali del Presidente nel Parlamento e di altri funzionari determinati dalla legge;
• decidere l'ammissione alla cittadinanza della Repubblica di Belarus, il termine della stessa e la concessione dell’asilo;
• stabilire le feste statali ed i giorni festivi, concedere i premi dello Stato, i ranghi ed i titoli;
• graziare i condannati;
• condurre le trattative e firmare i trattati internazionali, nominare e richiamare i rappresentanti diplomatici della Repubblica di Belarus nei paesi esteri e nelle organizzazioni internazionali;
• ricevere le credenziali e le lettere di richiamo dei rappresentanti diplomatici accreditati nei paesi esteri;
• nel caso di un disastro naturale, una catastrofe, o di disordini che contemplano la violenza o la minaccia della violenza, dichiarare uno stato di emergenza sul territorio della Repubblica di Belarus o nelle zone specifiche e presentare la decisione entro tre giorni al Consiglio della Repubblica per l’approvazione;
• firmare le leggi, secondo la procedura prevista dalla Costituzione, respingere la stessa o le disposizioni specifiche con le proprie obiezioni alla Camera dei deputati;
• ha il diritto di abolire gli atti del Governo;
• direttamente, o attraverso gli enti appositamente costituiti, verificare il rispetto delle leggi da parte dell’amministrazione locale o degli enti di autogestione;
• sospendere le decisioni dei Consigli locali dei delegati ed abolire le decisioni dell'amministrazione locale e degli enti amministrativi nel caso che gli stessi non siano conformi alla legislazione;
• formare e presiedere il Consiglio di sicurezza della Repubblica di Belarus;
• essere il Comandante delle forze armate della Repubblica di Belarus;
• introdurre, nel caso di minaccia o di un attacco militare, la legge marziale sul territorio della Repubblica di Belarus.

In conformità con la Costituzione (articolo 85), il Presidente pubblica i Decreti e le istruzioni che entrano in vigore su tutto il territorio della Repubblica di Belarus. Nei casi previsti dalla Costituzione il Presidente pubblica i Decreti che hanno validità di legge.

Il 9 settembre 2001, alle elezioni presidenziali ordinarie, al primo turno, Alexandr Grigorievich Lukashenko ha ottenuto la preferenza per svolgere il secondo mandato presidenziale.

Alexander Grigorievich Lukascenko, nato il 30 agosto 1954 a Kopys’, nella provincia di Orsha, regione di Vitebsk. Bielorusso. Si è laureato pressol'istituto di Mogilev nella facoltà di storia (1975) e presso l’Accademia delle scienze agricole (1985). In base alla priopria istruzione è un insegnante di storia ed economista dell’industria agraria. Ha maturato una vasta esperienza di lavoro pratico. Negli anni 1975-1977 ed ancora nei 1980-1982, ha servito nelle truppe della guardia di frontiera e nell'esercito sovietico. Negli anni 1977-1978 era funzionario nel comitato esecutivo del distretto regionale del Consiglio dei delegati lavoratori. Negli anni 1978-1980 ha lavorato come segretario nell'organizzazione regionale di Shklov della società  "Znanie". Dal 1982 ha ricoperto diverse cariche negli uffici del settore agricolo.

Dal 1990 A.G. Lukascenko era il delegato del Consiglio Supremo della Repubblica di Belarus. Presiedendo la Commissione anticorruzionale del Consiglio Supremo (aprile 1993-luglio 1994), per la prima volta si è mostrato come oratore brillante, un anticorruzionista, un delegato indipendente con il proprio punto di vista sulle sfere importanti delle riforme e della democratizzazione della societа bielorussa.

Dopo una corsa difficile per la presidenza in competizione con altri cinque candidati che rappresentavano la gamma completa delle forze politiche del paese, il 10 luglio 1994 Alexandr Lukascenko è stato eletto a Presidente della Repubblica di Belarus. Ha preso più dell’80% dei voti. Alexandr Lukascenko ha prestato giuramento il 20 luglio 1994 alla sessione straordinaria del Consiglio Supremo. Nel suo discorso, ha citato Abraham Lincoln, affermando che una vera democrazia è il potere del popolo, dal popolo e per il popolo. Inoltre ha dichiarato che l'unica dittatura che può esistere è la dittatura della legge e che tutte le sue speranze sono di raggiungere l’accordo civile nella società.

Alle elezioni ordinarie del Presidente della Repubblica di Belarus svoltesi il 9 settembre 2001, Alexandr Lukascenko è stato rieletto il Presidente della Repubblica di Belarus al primo turno elettorale. L'Inaugurazione del Presidente della Repubblica di Belarus Alexandr Lukashenko è avvenuta il 20 settembre 2001 nel Palazzo della Repubblica a Minsk.

A. Lukashenko è il Comandante delle forze armate della Repubblica di Belarus e presiede il Consiglio di Sicurezza della Repubblica. Nell’aprile del 1996 è stato eletto il Presidente del Consiglio Supremo della communità Belarus-Russia. Dall’aprile del 1997 è il Presidente del Consiglio Supremo dell'unione Belarus-Russia.

Nel 1995 è stato scelto a membro onorario della russa Accademia delle scienze sociali. Nel mese di maggio 1997 è stato eletto il Presidente del Comitato olimpico nazionale della Repubblica di Belarus. Alexandr Lukascenko ha vinto il premio internazionale di Sholokhov "per la coraggiosa pubblicistica sociale e politica e la posizione di abnegazione nella difesa degli interessi della nazione".

Il 27 settembre 1998 la chiesa ortodossa bielorussa lo ha insignito dell'ordine della Croce di San Efrosinia di Polotsk per il grande contributo alla rinascita spirituale della nazione.

Alexandr Lukashenko è il rappresentante della nuova generazione dei politici post-sovietici. Non era un membro di alcun partito o della cosiddetta nomenclatura comunista e non ha mai coperto incarichi nella gerarchia del potere. Fa parte del gruppo degli uonimi che "si sono fatti da soli".

E’ un appasionato dello sport e guida volentieri l’automobile.

Il Presidente, che ha ogni giorno in sequenza oraria, cerca di trovare il tempo per avvicinarsi alla libreria e di conoscere le innovazioni di ingegneria e gli ultimi successi nel campo della scienza. La lettura è il suo passatempo preferito.

Il potere dello Stato è esercitato dal Presidente della Repubblica, dal Parlamento e dal Governo nonché dai Tribunali e viene attuato in base alla relativa separazione dello stesso in legislativo, esecutivo e giudiziario.

Il Parlamento (l’Assemblea Nazionale della Repubblica di Bielorussia) costituisce l’organo rappresentativo e legislativo della Repubblica e si compone di due Camere: la Camera dei Rappresentanti ed il Consiglio della Repubblica.

Ogni progetto di legge, se non previsto altro dalla Costituzione, viene inizialmente esaminato dalla Camera dei Deputati e poi dal Consiglio della Repubblica.

Il progetto della legge, ad eccezione dei casi previsti dalla Costituzione, diventa legge dopo che è stato approvato dalla Camera dei Deputati e dal Consiglio della Repubblica con la maggioranza dei voti della composizione totale di ogni Camera.

La Costituzione dà il diritto al Consiglio della Repubblica di esaminare i Decreti del Presidente sull'imposizione dello stato di emergenza, della mobilizzazione marziale totale o parziale con la rispettiva decisione entro 3 giorni dalla presentazione.

Il Parlamento può esaminare l'emissione dell’impeachment al Presidente.

La durata del mandato del Parlamento è di quattro anni. Il mandato del Parlamento può essere legalmente prolungato soltanto in caso di guerra.

 

Il potere esecutivo nella Repubblica viene attuato dal Governo (il Consiglio dei Ministri), il quale rappresenta l’organo centrale dalla gestione del potere statale.

Il Governo (Consiglio dei Ministri) della Repubblica di Belarus è l’ente centrale dell’aministrazione statale che esercita il potere esecutivo nella Repubblica di Belarus. Nella sua attivitа il Governo è subordinato al Presidente e al Parlamento. Il Governo della Repubblica di Belarus gestisce il sistema degli enti amministrativi statali subordinati e gli altri enti del potere esecutivo.

La Costituzione dà il diritto al Governo di emanare le delibere che entrano in vigore su tutto il territorio della Repubblica di Belarus, così come an'are gli atti dei ministeri e di altri enti dell’amministrazione statale. Il Primo Ministro emana le disposizioni.

Il potere giudiziario nella Repubblica appartiene ai Tribunali. Il controllo della costituzionalita degli atti normativi viene attuato dalla Corte Costituzionale.

Le corti amministrano la giustizia nell’ambito costituzionale ed altri atti normativi della Repubblica. Le cause nei tribunali vengono esaminate collegialmente e, nei casi previsti dalla legge, individualmente dai giudici.

Il controllo della costituzionalità degli atti normativi viene effettuato dalla Corte Costituzionale. La Corte Costituzionale emette una conclusione per quanto riguarda la costituzionalità degli atti normativi approvati da tutti gli enti statali ed associazioni non governative.

L’amministrazione locale (autogestione) viene attuata tramite organi esecutivi e amministrativi locali, organi di autogestione, referendum ed altro.

I Consigli locali dei delegati sono eletti dai cittadini nelle rispettive unità amministrative e territoriali per un mandato quadriennale. I presidenti degli enti esecutivi locale e competenti vengono nominati e richiamati dal Presidente o in conformità alla procedura stabilita dal Presidente e confermati in carica dai rispettivi Consigli dei Deputati.

La Procura della Repubblica di Belarus è un sistema centralizzato e unificato degli enti della Procura gestiti dal Procuratore Generale e di sorveglianza all'esattezza e all'uniformità dell'esecuzione delle Leggi, dei Decreti, regolamenti ed altri atti normativi dei ministeri e di altri enti subordinati al Consiglio dei Ministri, enti rappresentativi ed esecutivi locali, imprese, organizzazioni ed istituzioni, le associazioni non governative, funzionari e cittadini, così come la sorveglianza dell'esecuzione delle leggi nelle indagini, la conformità alla legge sulle udienze dei casi civili, criminali ed amministrativi.

La costituzione dà il diritto alla Procura, nei casi previsti dalla legge, di effettuare le indagini preliminari e di sostenere la pubblica accusa nelle corti.

La competenza, l'organizzazione e la procedura dell’attività degli enti della Procura in conformità alla  Costituzione vengono determinate dalla legislazione.

Il controllo statale sulla realizzazione del budget repubblicano, sull’uso della prorietà statale, l'esecuzione delle Leggi del Presidente, del Parlamento, del Governo e degli altri enti statali che regolano i rapporti economici, finanziari e fiscali in conformità alla Costituzione viene effettuato dal Comitato di controllo statale, fondato dal Presidente.

Il sistema di accreditamento finanziario della Repubblica di Belarus comprende il sistema di bilancio, il sistema bancario e le risorse monetari dei fondi fuori budget, delle imprese, delle istituzioni, delle organizzazioni e dei cittadini
Sul territorio della Repubblica di Belarus viene realizzata la politica unificata finanziaria, fiscale, monetaria e valutaria. Il sistema di bilancio nazionale include i bilanci repubblicani e locali. Le entrate di bilancio sono formate dalle tasse previste dalla legge, da altri pagamenti obbligatori ed da altri introiti. Le spese nazionali sono finanziate dal budget repubblicano in conformità alla voce delle uscite di bilancio. In conformità alla legge della Repubblica di Belarus possono essere creati fondi monetari fuori budget.

Argomenti nella stessa categoria